Home
Novità
I modelli
 
 
 
 
 
 

Istruzioni di montaggio in formato pdf da scaricare

 

 

 ALBYONE 2  il mito!!!

 

 

APRILE 2010

Vi suggerisco la nuova configurazione con motore brushless da utilizzare al posto del vecchio speed 400 con riduttore di giri. Con questa configurazione si migliorano le prestazioni generali. La configurazione suggerita permette di non sbilanciare il modello.

Campanellino 2410-12 a delta che può portare eliche fino a 11X4,7, pertanto montando una 9X6 volerete più che bene. Pesa sessanta grammi e questo vi permette di non dover apportare modifiche al modello se utilizzate una bella lipo da almeno 2200mA, 3 celle, 25 C di scarica.
Il motore in questione costa molto poco e lo trovate sia dai cinesi che in Italia.
Per il regolatore va bene qualsiasi che sia sopra i 20A, chiaramente per motori brushless

Questo è il mio consiglio per avere una motorizzazione adeguata che rimpiazzi molto bene lo speed 400 migliorandone le prestazioni e spendendo poco. Si può motorizzare diversamente ma, essendo l'albyone2 un aereo scuola, non so fino a che punto ne valga la pena

 

MARZO 2008. Questo modello è stato oramai realizzato da molti modellisti ed è diventato uno dei principali modelli con il quale cominciare l'esperienza del volo elettrico per chi si dedica all'autocostruzione. Di costo contenuto, facile da realizzare. Ultimamente molti lo motorizzano con motore brushless tipo "campanellino cinese". Ho volutamente lasciato il commento seguente così come è nato per farvi capire l'evoluzione che il modello ha avuto pere rivivere insieme la storia della sua nascita.

Il consiglio è quello di realizzarlo secondo le ultime indicazioni riportate nella pagina, cioè con ala completa di longherone in depron. A questo link la prova pubblicata su Toflyrc nel 2005

http://www.toflyrc.com/Prove/albyone.asp?IDProva=45&NomeModello=Albyone&ID=480

 

 

ATTENZIONE: importanti aggiornamenti e precisazioni alla fine della pagina. La nuova ala in depron da 3 e 6 mm. Ora lo potete costruire tutti!!!

APRILE 2004.  E' nato dopo parecchi voli soddisfacenti fatti con Albyone, modello del ritorno alla progettazione. Le modifiche principali sono due. La prima è che ora sono montati gli alettoni e la seconda è che la fusoliera ora è una struttura e non una tavoletta. Le misure sono rimaste le stesse per lunghezza e apertura alare. Ho aumentato leggermente le dimensioni dei piani di coda. Ovviamente è aumenta un po' la superficie alare per l'introduzione degli alettoni. Per la motorizzazione sono invece passato a uno speed 400 in modo da poter far girare un'elica più grossa. Il peso è un po' aumentato sia per il motore che per il servocomando in più e per la maggior finitura ma l'aspetto definitivo è decisamente più professionale. Per l'ala ho adottato il sistema costruttivo che oramai sto affinando, cioè quello di fare una struttura completamente in depron, come spiegato nella sezione costruzioni e trucchi, ma questa volta il bello è stato riuscire a piegare il depron sul bordo di entrata in modo da fare in un solo pezzo sia lato superiore che inferiore dell'ala. Questo comporta il vantaggio di avere un'ala molto precisa con estrema facilità.

Per la fusoliera ho realizzato un sandwich di polistirolo giallo e depron. Penso che le immagini siano la migliore spiegazione, pertanto ve ne offro una collezione. Se non fossero chiare potete contattarmi.

Ecco come è fatto il sandwich

Su un foglio di depron ho incollato le sagome ricavate da fogli di polistirolo giallo edile dello spessore di 2 cm

Il sandwich viene incollato

Vista di insieme dopo l'incollaggio delle due parti

Inizia la finitura

Questo è l'alloggiamento del motore

La fusoliera l'ho ricoperta con carta modelspan bianca

Questa è la presa dì

Questa è la presa d'aria per il raffreddamento

Particolare dell'alloggiamento dei servocomandi e della batteria

 

Ora le immagini successive dell'insieme. Notate che per dare maggiore robustezza alla fusoliera e semplificare le operazioni di verniciatura ho ricoperto la fusoliera con la carta modelspan leggera bianca, incollata con colla alifatica diluita in acqua. Il risultato è una superficie sufficientemente liscia e una struttura veramente robusta

 

La fusoliera pronta per essere assemblata

L'insieme prima della colorazione

Altra vista

Ennesima vista di insieme

Particolare del muso ricoperto di carta

Ecco invece come mi sono sbizzarrito nel colorarlo. Ricordatevi di fotografare i modelli prima di farli volare perchè dopo non si sa mai.....      Se "cliccate" sulle immagini potrete vederle ingrandite.

 

DISEGNI COSTRUTTIVI

Ho completato il disegno costruttivo. Puoi scaricarlo. E' in pdf  Disegno Albyone2

Puoi scaricare anche queste due versioni più professionali che ha preparato il mio amico Marco Giorio. Una è in PDF, l'altra in DWG  albyone2ver.dwg  albyone2ver.pdf

Oggi 12/04/2004 sono andato a provare per la prima volta Albyone 2. ECCEZZIUNALE VERAMENTEEE!!!! CHE F.......TA!!!! Va che è una meraviglia. Sono riuscito a fare anche i tonneau per la prima volta.....E VAIIIIIIII.

 

A voi il filmato.

Dimenticavo: ho montato una elica 11X7 AGP con riduttore 4:1. C'era anche vento ma non ci sono stati problemi. L'aereo non è un acrobatico puro perchè il profilo è piano convesso, pertanto nei tonneau bisogna stare molto attenti, però il divertimento è garantito. A presto e spero prima o poi di vedere anche delle foto di qualcuno che lo ha costruito.

 

LE VOSTRE FOTO

La sezione è stata spostata in una apposita pagina (i vostri modelli) perchè meritavate molto di più. Grazie a tutti coloro che hanno realizzato e che realizzeranno Albyone 2

Collegamento ai vostri Albyone 2

AGOSTO 2004

Ho realizzato un secondo Albyone2 ed ho apportato alcune migliorie. Innanzitutto la motorizzazione speed 400 rende meglio di tutte, su questo modello, con elica 11X7 APC, riduzione 3,5:1 e otto celle, inoltre ho fatto delle aperture nella fusoliera per favorire il raffreddamento del motore. Ho provato a ricoprire parte del modello con oracover e devo dire che la cosa è risultata abbastanza semplice da eseguire e ha dato notevole robustezza alla fusoliera. Un'altra miglioria è nella giunzione delle due semiali. Ho utilizzato un tubo di alluminio di diametro 10mm e di 20 cm di lunghezza che passa all'interno delle due semiali. Il tutto è stato incollato con epoxi 5 min. Trovate le fotografie nella sezione Costruzioni. Questo ha migliorato di molto la rigidità dell'ala che ora sopporta meglio le torsioni durante i tonneau.  Pubblico le foto dei due Albyone col particolare delle aperture per il raffreddamento motore.

Ecco il secondo

Vista di insieme

Particolare presa d''aria in corrispondenza delle feritoie del motore

La parte blu della fusoliera è oracover

I due fratelli

Si differenziano per il riduttore di giri

qui si fa un looping

Siamo atterrati sani e salvi (ogni tanto)

ATTENZIONE:

Ho verificato il tipo di depron da me utilizzato. E' quello che presenta da un lato delle righe mentre dall'altro è liscio. Questo depron pesa il doppio di quello da 3 mm liscio da entrambe le parti ma è molto più robusto (probabilmente ha anche un nome diverso), pertanto per la costruzione dell'ala è necessario impiegare il tipo più pesante per non correre rischi di rotture in volo a meno di introdurre un longherone di rinforzo nel caso si utilizzi il depron più leggero. Per la fusoliera invece si può utilizzare indifferentemente l'uno o l'altro, ma consiglio eventualmente di sostituire quello con le righe con quello liscio dello spessore di 6 mm.

Annotazione. Albyone 2 è un modello la cui realizzazione è libera. Nessuno può impossessarsi del progetto per renderlo un modello commerciale. Chiunque può costruirlo. Vi chiedo di aiutarmi nel caso qualcuno volesse impossessarsi indebitamente di ciò che è libero per tutti. Grazie.

 

Scheda tecnica  
Nome Albyone 2
Apertura alare 100cm
Lunghezza 81cm
Superficie alare 18dm2 (22dm2con flap)
Profilo Piano convesso Clark y
Corda alare 18cm senza alettoni - 22cm con
Sistema Tre assi
servocomandi tre HS55 o simili
Motore Speed 400 da 7,2V(sistema consigliato)
Riduttore 3,5:1
Elica 11X7
Batterie 8 celle Ni-Mi
Ricevente almeno quattro canali
Regolatore giri sopra gli 8 Ampére

NUOVI AGGIORNAMENTI

Ho apportato delle modifiche alla costruzione di Albyone2 che semplificano la costruzione della fusoliera e migliorano la manovrabilità. Per quest'ultima miglioria basta che aumentiate di un paio di cm la superficie della parte mobile per avere una migliore risposta direzionale del modello. Per quanto riguarda invece la fusoliera ho modificato radicalmente la parte anteriore per dare maggiore areazione al motore che risultava un po' soffocato soprattutto nella stagione estiva facendo perdere rapidamente l'efficienza del motore. Ora nella parte anteriore faccio uso di due fiancate in balsa che mantengono la robustezza necessaria al supporto motore ma lasciano molto più spazio all'aria di circolare attorno al motore, inoltre la parte inferiore vicino al motore risulta asportata. Il motore è stato arretrato leggermente (circa 15 mm). In questo modo migliora il bilanciamento con le batterie Ni-Mh e il modello ne guadagna in maneggevolezza. Vi allego alcune fotografie che spero chiariscano i concetti. Appena ho un po' di tempo preparo i disegni della fusoliera con gli aggiornamenti.

RIPARAZIONE FUSOLIERA

Capita, più spesso di quanto si pensi, che gli atterraggi non siano molto morbidi....ed allora ci si ritrova con una bella fusoliera spiaccicata a terra da cui sembrerebbe non poter ricavare nulla se non ottimo materiale per discariche. Coraggio!!! Il primo momento è doloroso, sembra tutto finito....lo sconforto ti assale..... pensi alle ore di lavoro......tutto in un attimo....sigh! sigh! Ma dai che non è nulla!!! E' solo impressione. Con un po' di pazienza si rimedia...anzi si migliora! E allora ecco come si può fare per riparare la fusoliera di Albyone2 caduto brutalmente al suolo. una bella sequenza fotografica in cui potete notare come eliminare dapprima le parti rotte mantenendo quelle sane e come ricostruire la parte danneggiata in modo molto veloce e con un risultato finale che migliora le prestazioni del modello originale!

Eliminate tutte le parti rotte fino ad arrivare ad una situazione come questa

Prendete della balsa da 2 mm e del depron da 3 mm e, aiutandovi con la dima della fusoliera, preparate le due fiancate

Incollerete balsa e depron con ciano come più volte ho già spiegato

Ritagliate le altre parti di polistirolo dagli avanzi che spero non abbiate gettato in pattumiera!

Incollate la prima fiancata con ciano nella sede che avete ricavato all'inizio

Applicate la seconda fiancata.(attenzione agli allineamenti!!!)

Dal compensato 4mm di pioppo ricavate il supporto motore.

Incollatelo posizionandolo due centimetri più indietro rispetto al progetto originale. Avrete dei notevoli vantaggi nella manovrabilità del modello.

Incollate il polistirolo della parte superiore

Dopo aver carteggiato il tutto potete passare alla verniciatura

Il risultato è migliore dell'originale!

Questa è una modifica importante. Ho volutamente lasciata libera la parte inferiore per favorire molto il raffreddamento del motore

In questo modo il motore respira meglio rendendo molto meglio

La struttura così fatta è più robusta del progetto originale

 

Avete così visto come da un danno si può fare di meglio. Vi assicuro che in questo modo la struttura della fusoliera è molto più solida senza che il peso finale ne risenta. Il motore respira molto meglio e questo vuol dire meno cali di potenza e possibilità di eseguire un secondo volo in tempi molto più brevi.

Alla prossima....e non disperate mai! C'è sempre una via di fuga.

 

 

Giugno 2006 finalmente l'ala per tutti

Cari amici finalmente ho messo a punto l'ala in depron di modo che chiunque ora potrà costruirsi l'albyone2 senza diventare matto alla ricerca del depron che avevo trovato in origine. Ora non avete più scuse per non costruirlo e per non inviarmi le foto!!!

Ecco la sequenza fotografica della realizzazione. Mancano alettoni e sede per servocomando, ma penso siate oramai abbastanza maturi per arrangiarvi per questo tanto più che se cercate nel sito troverete queste indicazioni.

 

Stampa del profilo con e senza copertura. Ringraziamo Stefano Duranti per il suo Profile 2

Preparazione delle dime. Ho usato compensato di pioppo da 4mm

Centine e longherone ricavato da depron da 6 mm. Col polistirene da 2 cm ho ricavato i pezzi necessari a fare le centinone centrali dell'ala

Il famoso pacchetto di centine da carteggiare per renderle tutte uguali (se non avete una CNC.....)

Le centine carteggiata

L'insieme delle centine

Preparazione del longherone. Siate precisi nel taglio degli scassi.

Preparazione delle centinone centrali. Olio di gomito e tampone di carta vetrata

Tagliamo la copertura eseguita con depron da 3 mm in pezzo unico (per ogni semiala)

Disegnamo la posizione delle centine e del longherone. Il lavoro risulterà molto più facile

Utilizzando un bordo di un tavolo o di una mensola (meglio se arrotondato come il mio) date forma alla ricopertura.

Dovreste ottenere almeno una cosa così e potrete incollare con UHU por il longherone

Montate ora le centine ( e non sbagliate a fare le righe di riferimento come ho fatto io.....) incollandole con UHU por

Dove andrà messo il centinone tagliate parte del longherone

Applicate, sempre con UHU por, il centinone dopo aver praticato lo scasso per far entrare parte del longherone e chiudete la parte superiore dell'ala

Dopo aver fatto asciugare per una notte la struttura (meglio se con dei pesi sopra, vedi altre mie costruzioni) preparate il bordo con l'inclinazione

Sui bordi estremi eliminate il depron in eccesso e rastremate il longherone

Cercate di ottenere la forma voluta

Incollate con UHU por e tenete insieme la struttura con scotch di carta fino a che tutto non sia asciutto

Ora un bel tubetto di alluminio da 10mm col quale preparerete la sede per tale rinforzo

Questo serve per dare il diedro. Sistema molto efficace e preciso

Questo è il foro in cui inseriremo il tubo di alluminio incollato con epoxy

Ed ecco l'ala terminata

Spero di essere stato sufficientemente chiaro ma se vi fossero dubbi non esitate a contattarmi personalmente. Saro ben contento di fugare ogni vostro dubbio.

E ora forza, avanti tutta con la costruzione della flotta....e buoni voli. Aspetto numerose le vostre foto...