Come farsi una cappottina utilizzando

 

 

 

le bottiglie dell'acqua

 

 

 

 

Vi svelo ora un sistema, già adottato da tempo nel modellismo, per farsi delle ottime cappottine per i nostri aeromodelli. La cappottina è un elemento determinante l'estetica. Se ben fatta ne guadagna in maniera notevole tutto il modello. Questo metodo è anche utile per altri particolari.

 

Innanzitutto dovrete preparare uno stampo, detto master, che servirà come base sulla quale la cappottina prenderà forma.

Io utilizzo dei blocchi di balsa opportunamente sagomati (non è difficile dar forma alla balsa in quanto materiale tenero, facilmente carteggiabile) e trattati con vernice vetrificante ad acqua per parquet. Con questa vernice la balsa si irrigidisce evitando la deformazione durante la fase di "formatura". Se volete potete stuccare la superficie (ma attenzione quando si scalderà con l'aria calda che lo stucco non si tolga) oppure passare del turapori, carteggiando fra una mano e l'altra.

Una volta che lo stampo è pronto prendete una bottiglia di acqua o altra bevanda, del colore che volete, che sia in PET. E' necessario questo materiale perchè ha la proprietà di restringersi se sottoposto a calore. Non si restringe all'infinito ma un po' sì. Per questo motivo una volta che avete tagliato testa e coda della bottiglia infilate all'interno il vostro stampo (master). Con l'aiuto di un paio di pezzi di polistirolo a forma di cuneo, inseriti anch'essi nella bottiglia, forzate leggermente il master affinchè aderisca alla superficie interna della bottiglia. A questo punto prendete la pistola ad aria calda, meglio se dotata di becco piatto, e soffiatela ad una temperatura di circa 300° in modo uniforme sulla superficie.

State attenti a non arrivare al punto di fusione del PET ma lasciate che la bottiglia si restringa sulla sagoma (master). Questa operazione va fatta con accuratezza per ottenere una cappottina uniforme e che riproduca i particolari del master.

Lasciate raffreddare, tagliate, con delle forbici adatte la bottiglia (chiaramente dalla parte non interessata alla forma) e cominciate a staccare con delicatezza il PET dal master. Se fate fatica in questa operazione potete tagliare, con un cutter e molta attenzione a non tagliarvi e a non farlo "scappare", la sagoma della cappottina. Eliminate il PET in eccesso e staccate la cappottina dal master. Col calore è facile che il PET tenda ad incollarsi al master. Dovrete, con pazienza, formare dell'aria fra PET e master favorendo il distacco delle due parti.

Otterrete una cappottina fedele al vostro master. Se ben fatto il master vi servirà per altre cappottine, qualora ne aveste bisogno.

Eccovi qualche foto per chiarire il processo nel suo complesso.

 

 

 

 

Ed ora il video, suddiviso in tre parti. E' molto casalingo ma spero sia chiaro ed utile.

 

Ciao a tutti